Giornata di convivenza a Montisola

Giornata di convivenza a Montisola

Venerdì 27 settembre tutti ragazzi delle medie, accompagnati dal Preside e dai docenti, hanno vissuto una giornata di convivenza a Montisola. La prima parte della giornata è stata dedicata alla salita sul monte per visitare il Santuario della Madonna della Ceriola, per poi trascorrere un pomeriggio insieme tra canti e giochi e terminare la giornata con un tour delle isole del lago Iseo.

Provocati dalla frase di Goethe scelta per quest’anno per accompagnare il percorso educativo, “Non è abbastanza fare dei passi che un giorno ci condurranno alla meta, ogni passo deve essere lui stesso una meta”, al rientro in classe i ragazzi hanno riflettuto sull’esperienza vissuta attraverso un tema.

Ecco alcune osservazioni emerse e che hanno aiutato tutti quanti a fissare alcuni punti fondamentali.

Imparare a fidarsi di chi guida e ci aiuta a raggiungere traguardi.

Quando il Preside ci ha detto dove dovevamo arrivare, tutti si sono scoraggiati. Io sapevo che ce la potevo fare perché io e altri compagni ci fidiamo del Preside e dei professori e allora abbiamo incoraggiato anche gli altri e siamo partiti. (Fabrizio 3^B)

Insieme siamo riusciti a raggiungere la meta anche se con fatica, aiutandoci quando qualcuno aveva bisogno o era stanco. Insieme siamo andati avanti, perché tutti avevamo la stessa meta da raggiungere. (Beatrice 2^A)

Non siamo da soli: sul cammino ci sono amici che ci sostengono e con i quali camminare è più bello. Accanto a me ci sono sempre stati i miei amici e i professori che mi hanno sostenuta e dato il coraggio

di andare avanti! (Clarissa 3^B)

La prima parte della giornata consisteva nel salire a piedi sulla collina che domina l’isola. I professori non ci hanno detto il punto dove saremmo dovuti arrivare, perché, essendo molto in alto, ci saremmo potuti spaventare. Avevo intuito che l’arrivo si trovava sulla cima del monte, ma mi sono fidata. […] Mi sono resa conto di non aver fatto così tanta fatica, ero distratta dalla compagnia delle persone a cui voglio bene. (Benedetta 3^A)

La vera forza che mi ha permesso di arrivare fino in cima senza difficoltà, è stata nel sostegno, ovviamente ricambiato, dei miei compagni. […] tutti gli sforzi vissuti in precedenza sono stati ampiamente ripagati, sia dalla felicità sia dal panorama. (Filippo 3^A)

Durante il cammino accade di vedere un particolare bello che ci sorprende e che ci fa alzare lo sguardo dalla nostra fatica.

Quando mancava poco alla meta ho visto la bellezza della natura e quando siamo arrivati in cima mi ha colpito la vista e il paesaggio. (Daniel 3^B)

Ogni passo di questa esperienza è stato una grande meta e, durante ognuno di questi passi, ho potuto ammirare molti particolari di Montisola: le casette, gli orti, le coltivazioni di ulivo, le pecore che pascolavano e gli abitanti intenti a raccogliere le castagne. (Maddalena. 2^A)